10
aprile
21:00 — 23:55
Palazzo D’Auria Secondo
Piazza Oberdan, 3

Lucera, FG 71036 Italia
free
Caricamento Eventi
  • Questo evento è passato.

Potremmo azzardare (in ogni caso il rischio è calcolato) trattarsi di un album-necessaire da viaggio, non solo nel Bel Paese, ma anche negli States, nella Penisola Iberica, in Ukraina ed in Camargue, alla ricerca delle tante sonorità amate dall’ autore, curioso di incontri e, al tempo stesso, affamato di solitudine. Un album di brani inediti ed una cover, scritto e realizzato interamente nella sua “Cascina Piovanotto” in Asti. Un album di 12 canzoni, come un servizio di bicchieri da 12 di cristallo di Boemia in cui bere un buon vino di una buona annata, tutte da centellinare e sorseggiare sapientemente, anche più di 12 volte.
L’album è composto da undici canzoni inedite, tra cui “L’amor no bussa” scritta con Alessandro Fullin (sua la voce nell’apertura del brano), ispirata dal suo romanzo “Ho molto tempo dopo di te” (Kowalski 2011), ed una cover di un brano interpretato dal Quartetto Cetra “Vecchio Pedro”.

Del suo album Giorgio dice: “Affondato nella mia pigrizia come una ciliegia sotto spirito, circondato dalle mie canzoni, assediato dai tigli, dalle querce, dai prati e dallo stormir di fronde, nella mia cascina, lontano dalla pazza folla, tra le zolle di una terra amica, in compagnia di una bottiglia di Barbera avvolta in un lino bagnato, con pane e salame in agguato (lo divido salomonicamente coi miei cani), mentre la mia fedele squaw rassetta in cucina, sotto un cielo fresco o assolato dondolo con la mia beata solitudine.
Lo spettacolo è la prosecuzione di un tour che, ininterrottamente, lo porta da più di vent’anni a calcare i palcoscenici italiani, francesi, spagnoli, tedeschi, svizzeri, olandesi, austriaci e canadesi.
Chiamarlo concerto sarebbe riduttivo. E’ un mix di canzoni dell’ultimo album “Giorgio Conte 2014 cascina Piovanotto” (registrato e missato a casa sua, pubblicato da Ala Bianca nell’ottobre 2014 e distribuito da Warner) che si uniscono all’immenso repertorio d’autore che ha scritto per diversi interpreti (tra cui Ornella Vanoni, Mina, Milva, Mireille Mathieu, Loretta Goggi, Rossana Casale, Elio delle Storie Tese, Wilson Pickett, Francesco Baccini, Rosanna Fratello, Equipe 84) e di chansonnier affermato che ha le radici nello swing, nella canzone popolare del mondo ed in quella d’autore francese. Il tutto “condito” di aneddoti che coinvolgono e rendono partecipe il pubblico che fischietta, si emoziona, sorride e canta con lui. All’insegna di quella classe, quell’ironia e quella leggerezza e voglia di vivere che lo contraddistinguono da sempre.
Giorgio Conte: un vero istrione che sa trasformare un concerto in un evento unico ed indimenticabile. Facendolo definire dalla stampa “umorista che sa commuovere ed intellettuale che strizza l’occhio alle persone comuni”. Un vero istrione che sa trasformare un concerto in un evento unico ed indimenticabile.
Con lui sul palco:
• Bati Bertolio – fisarmonica, pianoforte, Hammond e vibrandoneon
• Alberto Parone – batteria e basso vocale

Dettagli

Data:
10 aprile 2015
Ora:
21:00 - 23:55
Prezzo:
free
Categoria Evento:
Tag Evento:
Organizer:
Alberto Trincucci
Telefono:
3339188472
Email:
info@palazzodauriasecondo.it

Prossimi eventi