Un excursus di ritratti e profili femminili, ironico e graffiante, una full immersion nell’universo delle donne contemporanee. Donne che si incontrano nei salotti, nelle strade, nei mercati e nelle boutiques (di Bari e dintorni) tutte molto occupatissime nelle loro occupazioni e disoccupazioni, dalla famiglia all’arte, dalla poesia alla mondanità, dalla politica alla cucina. L’amore poi…
Fra umorismo molto acetato e qualche nota di fondo piuttosto amara, il mio bouquet di donne si presenta alla degustazione corposo e forte di essenze agrodolci, direi, alcolico quanto basta.’ (C. Vincenti)