Giorgio Conte e’ un autore straordinario , ma anche un performer diverso e divertente. Le sue canzoni sono leggere e volatili, ma anche ricche e corpose, perché Giorgio racconta storie senza tempo , con la classe e lo stile che lo contraddistingue da sempre. E chi non lo conosce resterà piacevolmente sorpreso dal live che lo vedrà protagonista venerdi 10 Aprile .
Chiamarlo concerto sarebbe riduttivo. E’ un mix di canzoni dell’ultimo album “Giorgio Conte 2014 cascina Piovanotto” (registrato e missato a casa sua, pubblicato da Ala Bianca nell’ottobre 2014 e distribuito da Warner) che si uniscono all’immenso repertorio d’autore che ha scritto per diversi interpreti (tra cui Ornella Vanoni, Mina, Milva, Mireille Mathieu, Loretta Goggi, Rossana Casale, Elio delle Storie Tese, Wilson Pickett, Francesco Baccini, Rosanna Fratello, Equipe 84) e di chansonnier affermato che ha le radici nello swing, nella canzone popolare del mondo ed in quella d’autore francese. Il tutto “condito” di aneddoti che coinvolgono e rendono partecipe il pubblico che fischietta, si emoziona, sorride e canta con lui. All’insegna di quella classe, quell’ironia e quella leggerezza e voglia di vivere che lo contraddistinguono da sempre.
Un vero istrione che sa trasformare un concerto in un evento unico ed indimenticabile, facendolo definire dalla stampa “umorista che sa commuovere ed intellettuale che strizza l’occhio alle persone comuni”.

Con lui sul palco:
• Bati Bertolio – fisarmonica, pianoforte, Hammond e vibrandoneon
• Alberto Parone – batteria e basso vocale