Sono Nonò Salamone (voce e chitarra) e Roy Paci (tromba) i protagonisti della Notte di Bacco 2014.
Un duo che rende omaggio, nell’ occasione, a Domenico Modugno, Matteo Salvatore e inevitabilmente alla musica tradizionale della Sicilia, terra di origine di entrambi gli artisti.
Nonò Salamone è, infatti, uno degli ultimi cantastorie siciliani, figlio di un poeta dialettale e originario di Sutera (in provincia di Caltanissetta), che ha divulgato e fatto conoscere in tutta Italia e all’estero i canti, le tradizioni, i drammi, le passioni e le bellezze della nostra terra.
Ha collaborato con i più grandi, come Cicciu Busacca, Rosa Balistreri e Ignazio Buttitta; nel 1992 ha ricevuto il premio Rosa Balistreri a Palermo e nel 1997 il premio speciale Enzo Di Pisa.
Ha inciso decine di dischi ed è inserito nelle raccolte della Curcio e della Fabbri editori assieme ai cantautori più popolari d’Italia, come Domenico Modugno e Roberto Murolo.
Roy Paci, cantante, trombettista, compositore. Nato ad Augusta (Siracusa) nel 1969, comincia a suonare il pianoforte da piccolissimo e approda alla tromba all’età di dieci anni. Ha al suo attivo la partecipazione in più di quattrocento dischi come musicista, arrangiatore e produttore. Nel tempo Roy Paci è stato coinvolto in molti progetti musicali, editoriali e cinematografici. Dopo le esperienze con Ivano Fossati, Mau Mau, Zu, Manu Chao e diversi progetti fra i quali Banda Ionica dà vita al suo main project, con cui è stato impegnato negli ultimi anni, Roy Paci & Aretuska. Parallelamente continua a dedicarsi a progetti speciali come Mondo Cane Orchestra, insieme a Mike Patton. Negli anni ha continuato a portare avanti una filosofia musicale basata sulla contaminazione e sulla libertà. Fra le ultime uscite discografiche “Blaccahénze” release del progetto CorLeone, dove trova spazio la sua anima più sperimentale e innovativa in campo musicale. Da pochi mesi in rotazione radiofonica il nuovo singolo “Italians Do It Better” con Aretuska.